Perché non abbiamo visto un nuovo film 'Venerdì 13'?

Uno dei capisaldi del genere horror moderno è sempre stato ilvenerdì 13questofranchising.Psicopaticopotrebbe aver gettato le basi per i cattivi slasher.Il massacro della motosega del Texaspotrebbe aver sviluppato quella formula.Halloweenpotrebbe aver solidificato questi film altrimenti non correlati in un sottogenere. Ma quando la polvere si è calmata, poche serie sono andate per l'intestino così fervidamente come questo veicolo di Jason Vorhees.

E anche se non sono mai stato il più grande fan del franchise, non posso fare a meno di sentire che qualcosa è andato perso nelle versioni horror contemporanee a causa dell'assenza del franchise nell'ultimo decennio. Mentre il primo film era di qualità certamente mista, in realtà si distingue tra i suoi successori più rigidamente definiti perché è uscito prima che il genere slasher fosse rigorosamente codificato e mappato. Nel bene e nel male, fa cose uniche e interessanti che non trovi spesso in questo tipo di film.

La trama sembra più un mistero che un film dell'orrore fino al suo finale strepitoso. Le uniche volte che vediamo l'assassino all'opera sono in prima persona, così da preservare la sua identità. Le uccisioni erano piuttosto modeste e senza sangue, specialmente per gli standard odierni di secchi di sangue. E poi c'è l'assassino in persona, Pamela Vorhees: una donna anziana interpretata da un'attrice caratterista esperta che, quasi per definizione, è l'antitesi di tutto ciò che ci si aspetta da un cattivo slasher.

Sebbene i sequel siano gradualmente diminuiti di qualità anche dal livello relativamente basso fissato dal debutto della serie, c'era un punto debole vicino all'inizio: dopo che aveva smesso di prendersi sul serio, ma prima di abbandonare del tutto l'idea di serietà. I primi sei film in realtà fanno due trilogie horror complete e soddisfacenti, che coprono sia l'eredità violenta di Jason Vorhees l'uomo che Jason Vorhees l'inarrestabile zombi.Jason vive, il sesto film, è in realtà un ottimo esempio di questo tipo di film horror che potresti trovare al di fuori dei veri classici.

E, sebbene sia un'opinione a dir poco impopolare, ritengo che il remake del 2009, l'ultimo film uscito in questo franchise, sia stato il migliore del lotto. Ha fornito tutto ciò che ha reso i primi film da buoni a grandi, eliminando tutta la pula. Nei suoi 97 minuti di durata ha coperto non solo gli eventi dei primi tre film, ma anche attraverso personaggi originali, uccisioni e trame unicamente sue. E mentre c'è molto poco nel modo o nell'originalità nel film, è così solidamente eseguito a tutti i livelli che compensa ampiamente questo fatto.

E ammettiamolo, un franchise che ha resuscitato lo stesso assassino per ogni film e ha variato incluso un sensitivo, le strade piene di criminalità di New York City, un'astronave futuristica (e, successivamente, un pianeta alieno) e un a tutto tondo rissa con l'altra icona dell'horror Freddy Kreuger non ha mai cercato di essere originale.

A quanto pare, però, nonostante quanto i film slasher tendano ad essere poco costosi, quanti soldi possono incassare al botteghino e quanto generalmente sono richiesti dai fan (specialmente per i franchise di grandi marchi come questo ), c'è un motivo per cui non ne vediamo uno nuovo da un intero decennio. Molto semplicemente, la serie è nei guai legali.

I produttori Brad Fuller e Andrew Form, che avrebbero dovuto realizzare il sequel di Assente del 2009venerdì 13questo remake. Parlando in una recente intervista, hanno rivelato perché il progetto alla fine è andato in pezzi, che:

I fan pensano che sia così semplice, che se vogliamo fare il film possiamo farlo, e semplicemente non è così. Ci sono problemi di diritti; originariamente, la Warner Bros. possedeva i diritti, poi la Paramount li ha tenuti per un paio d'anni, e ora penso che i diritti stiano tornando alla Warner Bros. Allo stesso tempo, c'è questa causa in corso con Victor Miller. Se c'è una causa in sospeso sui diritti, è problematico, non puoi davvero fare il film finché non viene risolto.

Se è vero, ha perfettamente senso il motivo per cui nessuno ha toccato il franchise nell'ultimo decennio. Anche se si potesse scoprire chi possedeva effettivamente i diritti della serie, nessuno studio oserebbe spendere soldi per un progetto dal quale, quando la polvere legale si sarà calmata, potrebbe non essere in grado di trarre profitto. Nella migliore delle ipotesi, è un preoccupante mal di testa; nel peggiore dei casi, potrebbe costare a uno studio decine di milioni di dollari (più le spese legali corrispondenti). Immagino che questo sia un colpo da cui Jason non tornerà.