La storia insolita e interessante dei Pog

Durante la foschia color neon della fine degli anni Ottanta e Novanta, tra i tanti nuovi giocattoli e gadget che inondavano il mercato, ce n'era uno che spiccava comeilgiocattolo che ogni bambino voleva: i pog, e tutti li volevano! Ma erano già stati popolari una volta; anche un altro gruppo di ragazzi fantastici aveva voluto collezionarli, o almeno qualcosa di molto simile. Ricordi i tappi delle bottiglie del latte? Erano praticamente la stessa cosa! Molti ragazzi più grandi pensavano di vedere un remake di ritorno del loro vecchio preferito, ma avevano ragione? È davvero così che i pog hanno avuto inizio? L'idea dei pog è venuta dai tappi delle bottiglie di latte? Sì e no! In realtà sono iniziati come qualcosa di utile.

Storia dei pog

I pog possono effettivamente tracciare parte della loro storia originale indietro di circa duecento anni! Incredibile, vero? Bene, il gioco effettivo che è finito come pog può essere fatto risalire a Menko, un classico gioco giapponese che è diventato popolare per la prima volta durante il periodo Edo, che ha avuto luogo tra il 1603 e il 1867. Menko era composto da giocatori che hanno tentato di capovolgere le carte o i pezzi dell'avversario.

I pezzi originali erano molto simili ai pog moderni. Avevano circa le dimensioni di cappucci di latte e lottatori e guerrieri della cultura giapponese erano le immagini in primo piano su di loro. Tuttavia, i pezzi non erano fatti di plastica o cartone, ma erano modellati in ceramica, legno o argilla (sebbene Menko in seguito includesse pezzi di cartone che sono considerati gli antenati delle carte collezionabili).

Menko è stata poi portata da immigrati giapponesi negli Stati Uniti, prima alle Hawaii, all'inizio del ventesimo secolo. I bambini fantasiosi hanno iniziato a usare i tappi delle bottiglie del latte per giocare. Dopotutto, i cappucci del latte erano della giusta dimensione e abbastanza rigidi per il gioco e l'evoluzione di Menko iniziò.

Dalle Hawaii con amore

Menko è diventato uno dei giochi più amati dagli hawaiani; ci suonavano da decenni. In effetti, uno degli hawaiani è stata la donna che ha contribuito a trasformare il gioco in una delle mode più calde di tutti i tempi. Blossom Galbiso, un'insegnante, ha reintrodotto il gioco al mondo nel 1991 insegnandolo alla sua classe, mostrando loro quanto fosse stato divertente e quanto potesse essere ancora il suo gioco d'infanzia.

Galbiso in realtà ha favorito le sue classi giocando perché pensava che aiutasse a migliorare le loro abilità matematiche. Inoltre, le piaceva anche il fatto che offrisse ai bambini qualcosa di divertente da fare che non includesse alcun tipo di gioco potenzialmente pericoloso, come il dodge-ball, anch'esso molto popolare all'epoca.

Galbiso e la sua classe hanno iniziato a collezionare tappi di bottiglia di latte al solo scopo di giocare. A loro piaceva particolarmente prendere quelli su Maui da Haleakala Dairy. Più giocavano, più il gioco iniziava a diffondersi nelle isole e presto la società che produceva i tappi si trovava scambiata con richieste di tappi extra. Nel 1993, il gioco stava prendendo piede, colpendo la terraferma in Occidente prima di viaggiare attraverso gli Stati Uniti, prima prendendolo d'assalto, e poi nel resto del mondo. Proprio come altre mode veloci, dominava praticamente su tutto.

Giocare

Anche se può sembrare un mucchio di schiaffi e lanci casuali, giocare ai pog è molto più complicato di così, anche se probabilmente è quello che sembrava in qualsiasi scuola media durante il pranzo. In realtà, come nel gioco originale di Menko, lo scopo del gioco era girare i pezzi del tuo avversario. La maggior parte delle battaglie erano per sempre, con il giocatore vincitore che doveva tenere tutti i pog. La sfida consisteva in giocatori che accumulavano la stessa quantità di pog, mettendoli a faccia in giù in una grande pila. Il giocatore che inizia per primo, prende la mira, spara e schiaffeggia lo slammer sullo stack. Se un pog vola via e atterra a faccia in su, è loro da tenere. I giocatori avrebbero tenuto fuori dai giochi le specialità o i pog da collezione per evitare di perderli, ma a loro piaceva comunque sfoggiare pog speciali.

Succo di Pog

Quello che potresti non sapere è che i pog sono nati per la prima volta da una famosa marca di succo hawaiana proprio nello stesso periodo in cui l'insegnante Galbiso e i suoi studenti stavano iniziando a rendere il gioco ancora una volta popolare. Il succo POG è stato chiamato per i suoi ingredienti principali: frutto della passione, arance e guava, e proprio come i classici tappi delle bottiglie di latte, le parti superiori dei contenitori del succo POG erano piatte, rotonde e fatte di cartone. Indovina quale azienda ha capitalizzato sulla produzione di succo POG e sull'avvio della moda dei pog? La latteria di Haleakala, che in origine era stata sommersa da richieste di tappi per bottiglie di latte!

Tuttavia, con il progredire del gioco, i giocatori hanno iniziato ad aver bisogno di qualcosa di più forte delle cime di cartone. Non erano abbastanza duri. I giocatori volevano pog più resistenti, più robusti e dall'aspetto più fresco e, naturalmente, migliori per il flipping. È qui che sono entrati in gioco gli slammer. Gli slammer erano fatti di plastica, gomma o metallo anziché di cartone. Più si evolvevano, più lo faceva anche il loro immaginario.

La Federazione Mondiale POG

Alan Rypinski, che era considerato un uomo d'affari lungimirante, vide i pog per quello che potevano diventare mentre la mania spazzava le isole e acquistò il marchio POG dall'azienda lattiero-casearia. Ha poi fondato la World POG Federation (WPF). Come molti prodotti che finiscono per essere chiamati con un marchio (come Chapstick o Kleenex, anche quando è un altro marchio) tutti chiamavano i pezzi 'pog' anche se erano pezzi ufficiali. Ciò è stato principalmente in parte dovuto a WPF, che ha avviato tornei, coniando Pogman come mascotte e decorato i propri prodotti pog con immagini culturalmente rilevanti in una grafica dall'aspetto fantastico, rendendoli ancora più irresistibili per i bambini.

Pog ovunque

La popolarità di Pog ha travolto la nazione e il mondo, diventando il servizio di consegna di riferimento per ogni tipo di immagine immaginabile. Non solo sport, giocattoli e film fantastici, ma anche luoghi famosi e personaggi importanti; anche Bill Clinton si è messo la faccia su un pog! I pog sono diventati popolari anche con obiettivi più altruistici in mente, come la sicurezza antincendio, la prevenzione della droga e per sensibilizzare le organizzazioni di beneficenza. Se potessi metterlo su un pog, stava andando su un pog!

I pog sono diventati disponibili non solo nei negozi di fumetti e nei negozi di giocattoli, ma sono diventati anche solidi articoli promozionali. Tutte le principali catene di fast food sono saltate sul carro, distribuendo pog nel pasto dei loro bambini o offrendo pog speciali aggiuntivi 'gratuiti con l'acquisto'. Altri sono diventati 'ad pog' per qualsiasi cosa, dai parchi di divertimento ai sistemi di gioco, dai mix di bevande a praticamente qualsiasi cosa acquistabile. Era una moda fenomenale e tutti potevano godersela; non era più solo per il gioco.

Inizio del divieto Ban

Perché c'era così tanto gioco in corso a scuola quando i bambini avrebbero dovuto imparare e/o distrarre dalla classe, insegnanti, amministratori e persino i genitori stavano iniziando a stufarsi dei pog. Pogs era essenzialmente simile al gioco d'azzardo per bambini; ha distratto gli studenti e ha persino scatenato risse durante la ricreazione, il pranzo e dopo la scuola. Le scuole di tutto il mondo hanno iniziato a vietare i pog dai terreni scolastici, compresi gli Stati Uniti, iniziando di fatto la fine della mania dei pog.

In effetti, a metà degli anni novanta, i divieti non avevano nemmeno più bisogno di esistere. Non appena sono diventati famosi, si sono estinti, come tante mode tempestive. Hai ancora la tua collezione di pog? Ci sono ancora dei bei pog vintage in giro e non si sa mai, potrebbero anche tornare in auge prima o poi. Il tempo lo dirà!