'The Game' compie 25 anni nel 2022: ecco perché dovresti rivederlo

David Fincher 'SIl giococompie 25 anni nel 2022. È passato un quarto di secolo dall'uscita del film. Alcuni di voi potrebbero averlo visto quando è uscito per la prima volta, ma è probabile che ci siano molte persone, specialmente i giovani, che non l'hanno fatto.Il giocoè un thriller psicologico americano del 1997 diretto da David Fincher e scritto da John Brancato e Michael Ferris. Il film è interpretato da Michael Douglas nei panni di Nicholas Van Orton, un ricco banchiere d'affari che vuole vivere la vita al meglio con suo fratello, Conrad (Sean Penn), dopo la morte del padre. Dopo aver ricevuto un insolito regalo di compleanno da Conrad, Nicholas si ritrova coinvolto in quello che pensa sia un gioco straordinario, un gioco che sembra abbastanza reale da fargli mettere in dubbio la sua sanità mentale. Se non hai ancora visto il film o l'hai già visto ma vuoi guardarlo di nuovo, ecco il tuo spunto per attivare i tuoi servizi di streaming e guardarlo di nuovo nel 2022. Ecco i motivi per cui dovresti guardarloIl gioconel suo anniversario d'argento.

Il cast

Il giocovale la pena guardarlo non solo perché è un film di David Fincher, ma anche per la sua star, Michele Douglas . Il film presenta Douglas nel suo periodo migliore nel ruolo di Nicholas Van Orton, un banchiere di investimento con una vita di successo fino a quando non inizia a ricevere strani regali da suo fratello, Conrad. Questi regali hanno lo scopo di attirare Nicholas in un gioco straordinario che sembra abbastanza reale da fargli mettere in dubbio la sua sanità mentale. La performance di Michael Douglas è ciò che rende questo film così bello. La sua intensità e dedizione al personaggio creano un intrattenimento di qualità. Anche attori non protagonisti come Sean Penn e Deborah Kara Unger svolgono un ottimo lavoro nel interpretare i loro ruoli. Complessivamente,Il giocoè abbastanza avvincente e divertente. Cattura la tua attenzione per la sua trama ricca di suspense e crea molte discussioni intellettuali in seguito. Vale sicuramente la pena rivederlo.

Un motivo in più per guardareIl giocoè Sean Penn , che nel film interpreta il fratello sullo schermo di Michael Douglas, Conrad von Orton. La performance di Sean Penn in The Game è magistrale, un eccellente promemoria del motivo per cui Penn è spesso considerata una delle più grandi star del cinema di Hollywood in questo momento. La performance di Sean Penn inIl giocoè un tale ladro di scene che spesso ti ritrovi a dimenticarti completamente di Michael Douglas – e questo sta dicendo qualcosa. Ovviamente, il film non parla proprio di Sean Penn. Riguarda il personaggio di Michael Douglas e come viene coinvolto nel suo stesso gioco di bugie e inganni. C'è anche il cameo del giornalista veterano Daniel SchorrIl gioco. Un'inclusione divertente, che si aggiunge al realismo del film, Schorr, un non attore, interpreta un personaggio fondamentale nel film, capovolgendo la vita di van Orton e portandolo in un labirinto che lo fa mettere in discussione la realtà stessa. È un cameo interessante che si aggiunge al realismo del film e il fatto che non fosse solo un attore casuale lo fa sembrare più autentico e reale.

Roger Ebert (e altri critici) l'ha adorato

Chi conosce i film sa che il ritardo Roger Ebert , il famigerato critico cinematografico per ilChicago Sun-Times, è difficile da placare. Tuttavia,Il giocosembrava aver toccato qualcosa in lui che ha costretto il critico cinematografico a recensire positivamente il film. Ha preso nota in particolare della performance di Michael Douglas nel film, scrivendo: 'Douglas è l'attore giusto per il ruolo. Può giocare in modo intelligente, può giocare a freddo e può giocare arrabbiato. È anche abbastanza sottile da non arrivare mai a un plateau emotivo prima del film e non esagera mai il processo del suo cambiamento interiore. In effetti, una delle cose rinfrescanti del film è che rimane fedele alla sua visione paranoica fino a quella che sembra proprio la fine, e poi oltre, così che quando arriva il vero finale, non è il guadagno e il rilascio tanto quanto un ultimo macabro colpo di coltello. Settimana delle notizie David Ansen ha anche scritto: 'Come Nicholas Van Orton, sai che sei stato preso da ''The Game'. Ma potresti non dispiacerti. C'è un patto che facciamo con i film, non diversamente dall'accordo che il nostro eroe stipula con la gente sadica di CRS. Ci mettiamo nelle mani di Fincher, confidando che ci porterà in un mondo che non abbiamo mai visitato prima, e sospendiamo volentieri la nostra incredulità per il piacere che solleva lo stomaco del giro sulle montagne russe. Il lato razionale del mio cervello può separare questo film fino a quando tutto ciò che resta sono fili incoerenti. Il lato pazzo del cinema, felice di perdere il controllo, si è divertito moltissimo'. Se sei riuscito a convincere Ebert e Ansen a dire cose carine sul tuo film, significa che stai facendo qualcosa di giusto.

Ha un'eredità duratura

Qual è l'eredità del filmIl giocodi David Fincher?Il giocoè spesso noto per la qualità della sceneggiatura, della colonna sonora, della recitazione e della regia. È considerato da molti uno dei migliori film di Fincher e il film ha ricevuto numerosi riconoscimenti durante il suo tempo. Il film è anche noto per la sua natura controversa, poiché affronta questioni di sessualità, violenza e omicidio. ComeIl giococompie 25 anni nel 2022 con una nuova generazione di spettatori che si fa strada, vale la pena rivisitarli o guardarli per la prima volta. È stato descritto come il capolavoro segreto di David Fincher da La bobina , scrivendo: “The Game è un artefatto spesso dimenticato della carriera di Fincher, un terzo film incastrato goffamente tra il suo vero successo in Se7en e il suo sensazionale Fight Club. Ma guardando indietro ora, è uno dei racconti più sicuri dell'uomo, un thriller meccanico che trasforma tutta l'ossessività orientata ai dettagli di Fincher in una storia sorprendentemente emotiva di catarsi e notti oscure dell'anima. Pensalo come il canto di Natale di Gordon Gekko.

Conclusione

Il giocoè un film che merita di essere rivisto. Che tu non l'abbia ancora visto o sia passato del tempo, ora è il momento perfetto per rivisitarlo. L'influenza del film sul cinema moderno e la sua eredità come una delle migliori opere di David Fincher ne vale la pena. E con il suo 25° anniversario in arrivo nel 2022, non c'è momento migliore di adesso per guardarlo.