Come farla franca con l'omicidio sta sfidando le 'norme' di Hollywood

La rete televisiva dell'American Broadcasting Company (ABC) sta lentamente ma inesorabilmente aprendo la strada a una televisione diversificata. Sesso, omicidio, infedeltà e una scorta infinita di mistero sono solo alcuni degli elementi che si trovano nella nuova serie di successo della ABCCome farla franca con l'omicidio.La ciliegina sulla torta di tutto? Lo spettacolo è condotto da una donna nera potente, impenitente, qualcosa che la televisione in prima serata non vedeva da oltre quarant'anni.Come farla franca con l'omicidioè uno spettacolo che è disposto a rischiare evai lìcon problemi sociali reali. In tal modo, presentano in definitiva una rappresentazione più realistica del mondo e degli aspetti della vita che vanno ben oltre la versione generica e imbiancata a cui la televisione è così abituata.

La cultura pop ha un modo semplice per spingere in primo piano ciò che è intrinsecamente politico e con ciò deriva una grande responsabilità nel produrre contenuti che riflettano effettivamente il mondo così com'è veramente. Come dice Andi Zeisler inFemminismo e cultura pop, “La cultura pop informa la nostra comprensione di questioni politiche che a prima vista sembrano non avere nulla a che fare con la cultura pop; ci fa anche vedere come qualcosa inteso come puro intrattenimento possa avere tutto a che fare con la politica” (7).

La televisione è così carica di ideologia, basandosi esclusivamente su forme convenzionali 'realistiche' di costruzioni di immagini. Retoricamente, lo spettacolo sta facendo miracoli nell'evidenziare aspetti della vita reale che sono spesso mascherati dal discorso predominante della televisione bianca. Considerando la capacità della cultura pop di emarginare, mettere a tacere e trascurare le persone che vanno oltre la norma mediatica di massa, è sia rinfrescante che meritevole di ammirazione vedere due importanti produttori nell'intrattenimento televisivo creare qualcosa che fornisca specchi per coloro che nella società cadono in categorie al di là degli uomini e delle donne bianchi che sono rappresentati sullo schermo.

Peter Nowalk, un importante produttore apertamente gay di Hollywood, è il creatore diCome farla franca con l'omicidio,con Shonda Rhimes come produttore esecutivo. Questa serie, oltre agli altri spettacoli di Rhimes comeGrey's Anatomy,oScandalo,sta cambiando la formula, francamente, noiosa dei drammi televisivi. La Rhimes è elogiata per essere stata la pioniera della sua strada attraverso la televisione, spingendo indietro la soglia responsabile del silenzio e dell'emarginazione delle minoranze (dalla razza all'etnia, dal genere alla sessualità) in televisione e nell'industria dell'intrattenimento nel suo complesso. Poiché la cultura pop svolge un ruolo enorme nella vita di molte persone, è imperativo, anche nel mezzo di tutta la fiction, che creatori, registi, produttori e scrittori producano contenuti in modo responsabile, prendendo l'iniziativa di creare qualcosa che rappresenti e rifletta accuratamente il mondo in cui viviamo.

Indipendentemente dal genere, dalle preferenze sessuali, dalla razza, dall'etnia, ecc. di uno spettatore, dovrebbe essere in grado di accendere la TV e vedere una rappresentazione realistica di se stesso in una forma o nell'altra. Nowalk e Rhimes forniscono prospettive e voci autentiche per coloro che sono stati messi a tacere all'interno di vari mezzi della cultura pop. Insieme stanno sfidando le forze sistemiche e strutturali dominanti che hanno svolto un ruolo chiave nell'oppressione degli 'altri' nella società ('altro', riferendosi alle donne - in particolare donne di colore, nere, ispaniche, asiatiche, gay, bisessuali, transgender — per citarne alcuni). Shonda Rhimes e Peter Nowalk stanno approfittando della piattaforma che è stata loro concessa e stanno cambiando il panorama della televisione un personaggio e una serie alla volta.

Come farla franca con l'omicidio (HTGAWM)ha fatto il suo debutto sugli schermi televisivi nel 2014. L'età demografica dello spettacolo varia tra i 18 ei 49 anni ed è rivolto principalmente ai giovani adulti (How To Get Away With Murder TV Show su ABC: Ratings (Cancel or Renew?)). HTGAWM fornisce specchi riflettenti realistici e responsabiliverogruppi nella società, in particolare minoranze e gruppi socioculturali travisati e sottorappresentati.

Lo stanno realizzando attraverso il cast diversificato e attraverso la scrittura e il contenuto dello spettacolo. HTGAWM segue le ricerche della potente e affermata professoressa di legge e avvocato difensore di nome Annalise Keating, interpretata da Viola Davis. Lo spettacolo segue anche le ricerche di cinque degli studenti di legge più famosi di Keating, altrimenti indicati come i Keating Five. The Keating Five è composto da Michaela Pratt (Aja Naomi King), una giovane donna di colore ferocemente ambiziosa e messa in ombra solo nella sua spietatezza da Connor Walsh (Jack Falahee). Connor è un maschio gay estremamente intraprendente e disposto a fare tutto il necessario per andare avanti, sfruttando chiunque e tutti, usando il suo affascinante bell'aspetto o anche il sesso per arrivare in cima. Laurel Castillo (Karla Souza) è la spiritosa principessa 'latino-americana', tranquilla ma acuta.

Asher è un pomposo maschio bianco, soprannominato 'douche-face', che incarna e rappresenta la nozione di privilegio bianco. A completare il gruppo c'è Wes Gibbins (Alfred Enoch), un giovane maschio nero, chiamato anche 'lista d'attesa', che è il più riservato del gruppo. Nonostante sia costantemente sottovalutato dal resto dei Keating Five, è altrettanto esperto e astuto del resto del gruppo. Nowalk e Rhimes sfidano le norme di genere, oltre agli stereotipi di genere e razziali, con questo gruppo di personaggi elaborato, complicato, culturalmente, razziale e sessualmente diversificato. Sebbene ogni personaggio possieda punti di forza e debolezze unici, non sono intrinsecamente legati o collegati al loro genere e razza. La bellezza dei personaggi di HTGAWM è che ogni singolo spettatore può trovare un pezzo di sé, almeno in uno dei personaggi dello spettacolo.

Nel libro di William Hoynes e David Croteau,Media/Società: Industrie, Immagini e Pubblico,Hoynes e Croteau discutono dell'ideologia dei media. Definiscono l'ideologia come '[riferendosi] non solo alle credenze del mondo, ma ai modi fondamentali in cui il mondo è definito' (Hoynes e Croteau 160). Il lavoro ideologico della cultura pop è incorporato nei modelli dei testi dei media e, in particolare in televisione, il lavoro ideologico sta nel modo in cui definisce e ordina le sue immagini della 'realtà'. Con la cultura pop dominata dalle stesse immagini ripetitive sullo schermo, c'è da chiedersi come ciò influenzi direttamente gli spettatori.

Nell'esaminare l'ideologia dei media, è importante esaminare “il più ampio sistema di significato di cui queste raffigurazioni fanno parte. Per l'analisi ideologica, la chiave è inserirsi tra le immagini e le parole in uno specifico testo mediatico e modi di pensare, anche definendo questioni sociali e culturali” (161). La rappresentazione della diversità, e in particolare la rappresentazione di una donna di colore in una posizione elevata di potere suCome farla franca con l'omicidio,fa davvero parte di un sistema di significato molto più ampio, che va ben oltre le immagini e le immagini superficiali. Lo spettacolo fornisce una nuova lente attraverso la quale è possibile visualizzare e comprendere questioni come standard di bellezza ristretti, sessualità, orientamento sessuale, privilegio e razza. Hoynes e Croteau sostengono: 'I testi dei media possono essere visti come siti chiave in cui sono articolate le norme sociali di base'.

La televisione è probabilmente uno dei mezzi, se non il più influente, della cultura pop semplicemente per la sua natura ripetitiva e il ruolo che svolge nella vita quotidiana di tutti. La televisione ha quindi la responsabilità di fornire rappresentazioni realistiche sia delle interazioni sociali che delle istituzioni sociali, poiché contribuiscono a 'plasmare ampie definizioni sociali'. Suggerendo ciò che è 'normale' e ciò che è 'deviante', gli spettacoli televisivi modellano la comprensione dei loro spettatori del mondo in cui vivono.

Fino a poco tempo fa, le immagini che hanno dominato la cultura pop, e più specificamente gli schermi televisivi, erano principalmente di bianchi, in particolare di collocare i maschi bianchi in posizioni sinonimo di potere e autorità. I misteri dell'omicidio, in particolare, sono tipicamente una sfera dominata dagli uomini in televisione; tuttavia, Norwalk e Rhimes hanno completamente ribaltato la sceneggiatura. Riconosciute per aver scelto donne e minoranze razziali come ruoli principali, sfidano le rappresentazioni normative delle donne nere nei media e il modo in cui sono posizionate e situate all'interno dell'ordine gerarchico di genere. Sono in grado di farlo presentando i personaggi dello spettacolo su un terreno relativamente uguale, il tutto ponendo una forte enfasi sull'azione femminile.

In genere, le donne bianche possono accendere la TV e vedersi rappresentate in pubblicità, programmi TV, film e quasi ogni altra forma di media della cultura pop, mentre le donne appartenenti a minoranze sono completamente sottorappresentate. Mentre la rappresentazione delle donne si è evoluta, in una certa misura, negli ultimi due decenni, le donne sono rimaste fortemente sessualizzate e situate in ruoli limitanti: madre, moglie e fidanzata - essenzialmente servendo semplicemente come estensioni della fantasia maschile. Zeisler afferma che durante i primi anni '70, 'il non-normalmente-politicoguida tvha ripetutamente agitato il dito contro l'industria per aver rifiutato di elevarsi al di sopra delle caratterizzazioni delle donne come casalinghe carine, magre, stupide, sfortunate o aspiranti casalinghe [negli spettacoli di rete]” (75).

Prosegue affermando che 'il 75% delle 120.000 donne intervistate dariprenotarivista nel 1972 ha convenuto che i media degradano le donne dipingendole come bambole senza cervello” (75). Sebbene ciò sia avvenuto durante gli anni '70, è ancora molto rilevante per il panorama della televisione di oggi e per i tipi di ruoli disponibili per le donne, e in particolare le donne di colore.

Alcune delle più grandi eroine femminili e femme fatale sono state inventate e nate nella mente degli uomini. La bellezza di un personaggio comeCome farla franca con l'omicidioAnnalise Keating è che lei stessa è stata influenzata da una vera donna di colore potente e qualcuno che è in definitiva in grado di fornire una voce autentica a un tale personaggio. Il fatto che gli uomini bianchi stiano ancora scrivendo per e sulle donne, oltre ad altri gruppi emarginati, è preoccupante e spinge a considerare quando e dove si verificano emancipazione e depotenziamento e come vengono mantenuti privilegi e potere.

Zeisler spinge il suo pubblico a riflettere sulla domanda: 'Allora come potrebbe essere una rivendicazione femminista o solo un miglioramento della cultura pop?' subito dopo con: “Beh, iniziamo con Hollywood: con più registi, produttori, sceneggiatori e capi di rete femministi, forse le donne smetterebbero di essere relegate ai ruoli di moglie e fidanzata nei film d'azione. Forse le parti create per le donne di colore sarebbero solo più abbondanti ma anche meno stereotipate” (20). Il personaggio di Annalise Keating fa proprio questo, sfidando gli stereotipi e gli archetipi preformati del ruolo delle donne nere nei media.

Il pubblico viene presentato ad Annalise Keating durante il primo episodio dello spettacolo, entrando nella sua classe di diritto penale 100, senza mostrare alcun segno di pietà per i suoi desiderosi studenti di legge. Dal modo in cui si veste, al tono forte della sua voce, al suo atteggiamento implacabile e al modo in cui si comporta in generale, è evidente fin dall'inizio che Annalise non è una persona con cui scherzare. La cosa grandiosa di Annalise è che è la cosa più lontana da un personaggio statico e unidimensionale: è poliedrica con una grande profondità. È complessa, complicata, temibile, sessualmente potenziata, imperfetta e tutto il resto, spingendo i confini in ogni possibile.

Probabilmente, una delle scene più potenti per abbellire gli schermi televisivi negli ultimi tempi si verifica durante l'episodio 'Let's Go To Scooping' (Stagione uno, episodio quattro), dove Annalise scopre che suo marito, Sam Keating (Tom Verica), è direttamente collegato all'omicidio, forse anche l'assassino di, e ha avuto una relazione con la sua studentessa universitaria Lila Standgard. Annalise, che fino a quel momento era stata descritta come una forza indistruttibile, rivela finalmente il suo lato vulnerabile. In questa scena in particolare, la telecamera si sposta tra i primi piani di Annalise e le inquadrature posizionate da dietro mentre si trova di fronte a uno specchio e rimuove lentamente la trama, le ciglia e prende un fazzoletto struccante per pulire tutto.

Questa nozione di indossare una 'maschera', sia letteralmente che figurativamente, prima di uscire e affrontare il mondo è una pratica comune per le donne di tutto il mondo. Questa scena rappresenta una realtà per le donne, eparticolarmentedonne di colore in uno stato naturale non truccato. L'aspetto naturale sul viso di Annalise completa perfettamente l'emozione cruda della scena. Durante un'intervista a The Ellen Show, Ellen elogia la scena, a cui Viola Davis risponde dicendo che era irremovibile nel includerla nello spettacolo. Il suo ragionamento dietro una scena così audace e audace era che '[Annalise] non può andare a letto con una parrucca. Non può stare in quella camera da letto con quella parrucca perché le donne non vanno a letto con la parrucca.

Un'intera parte delle donne è emarginata. Sono una vera donna!' La decisione di includere una scena così potente nello spettacolo è un aspetto della femminilità con cui molte donne, in particolare le donne di colore, possono relazionarsi. Sebbene sia spietata, tenace e mostri caratteristiche tradizionalmente ritenute 'maschili', Annalise è anche incredibilmente vulnerabile. In un momento così crudo, reale e agghiacciante, come spettatore sembra che Annalise abbia finalmente rimosso la sua armatura, svelando il suo nucleo in un certo senso e spogliandosi delle cose che sono tradizionalmente considerate belle. La scena descrive il tipo di momento privato che mostra una realtà, e lo fa attraverso un personaggio molto pubblico. È senza dubbio che le donne vengono costantemente fatte sentire insicure a causa degli standard di bellezza incredibilmente ristretti a cui sono tenute.

Con la cultura popolare piena di immagini di taglia due, donne agghindate e introvabili, molte donne si sentono squilibrate e inferiori. Il motivo per cui si sentono in questo modo è perché, spesso, i tipi di immagini di donne che vengono rappresentate dai media sono state accettate come normali. Quando una donna vede un tipo specifico di look che è descritto come sinonimo di bellezza, che non ha assolutamente alcuna somiglianza fisica con se stessa, si sente meno bella, meno donna, o che qualcosa non va in lei. Durante il discorso di accettazione dei premi SAG di Viola Davis per 'Eccezionale interpretazione di un'attrice in una serie drammatica,' dice, 'quindi vorrei ringraziare [Peter Nowalk e Shona Rhimes] per aver pensato che una donna sessualizzata, disordinata e misteriosa, potrebbe essere una donna di 49 anni dalla pelle scura che mi assomiglia.

Questa potente affermazione dice molto sullo stato attuale della televisione ed è una rappresentazione della bellezza. Durante il discorso di accettazione dell'Emmy di Viola Davis, dedica il suo premio agli sceneggiatori e produttori dello spettacolo per aver 'ridefinito cosa significa essere belli, essere sexy, essere una donna protagonista, essere neri'.

Per immergersi ancora più a fondo nella complessità di Annalise Keating, il suo personaggio, oltre ad altri personaggi dello show (come Connor, per esempio) spinge oltre l'etero-normatività che domina la televisione. Durante il primissimo episodio, Annalise viene sorpresa con la testa di un altro uomo in grembo, uno che non è suo marito. È sessualmente autorizzata e non se ne vergogna. Durante la prima stagione, il pubblico ha scoperto che Annalise era coinvolta con una donna al college.

'Coinvolto' potrebbe anche essere un eufemismo: Annalise aveva un amante in piena regola con i suoi colloqui, Eve Rothlo (Famke Janssen), che rientra e si coinvolge nuovamente con Annalise durante lo spettacolo. Annalise non si identifica mai esplicitamente, né è mai legata a uno specifico orientamento sessuale. La 'queerness' di Annalise, se vuoi, non diventa mai qualcosa che i produttori sembrano eccessivamente desiderosi di spiegare, piuttosto, la sua sessualità è trattata allo stesso modo in cui l'eterosessualità è nei media - non qualcosa che i produttori si sentono sopraffatti o consumati a spiegare. Il modo in cui viene trattata la sessualità di Annalise è normalizzato, come dovrebbe essere.

In “Rhetoric and Popular Culture” di Barry Brummett, afferma che gli artefatti (uno show televisivo in questo caso), “rappresentano gruppi per noi, [mostrandoci] cosa vuol dire far parte o identificare quei gruppi, o ricordano noi di quei gruppi e di ciò a cui siamo impegnati dalla nostra identificazione con loro”. (55). Il modo in cui HTGAWM descrive la sessualità di Connor e in particolare la sua relazione con Oliver Hampton (Conrad Ricamura) oltre alla sessualità di Annalise e la sua relazione con Eve, lo spettacolo parla direttamente alla realtà di un gruppo di persone che sono travisate e sottorappresentate in televisione. Dopo alcuni episodi che mostrano scene intime e bollenti tra gli amanti gay dello show, sembra esserci una grande reazione da parte degli spettatori, che esprimono il loro disgusto su posti come Twitter.

Perché è una cosa così naturale come il sesso, che sia eterosessuale, ma?particolarmenteomosessuale trattato come un tabù? Si potrebbe ovviamente obiettare che è dovuto all'apparente mancanza di rappresentazione dei gay all'interno dei media. Quando sullo schermo viene rappresentato il sesso tra due uomini o due donne, provoca clamore perché, mentre sta diventando sempre piùComuneda vedere sullo schermo, non è ancora stato completamente normalizzato all'interno della cultura pop, rendendo quindi difficile la digestione per le persone.

'I media popolari [hanno la] tendenza a mostrare una gamma notevolmente ristretta di comportamenti e stili di vita' (Hoynes e Croteou 162) e così facendo, i media perpetuano immagini e rappresentazioni che associano determinate caratteristiche a ciò che è considerato sia normale che accettato in società. Prima di questo decennio, la rappresentazione delle relazioni omosessuali, dei matrimoni e del sesso era pesantemente trattata come un tabù, e in un certo senso lo è ancora. Tuttavia, spettacoli come HTGAWM stanno spingendo oltre le potenti forze all'interno dell'industria dell'intrattenimento che sono responsabili del mantenimento di certe immagini della società che emarginano coloro che non si adattano alle idee ristrette della realtà.

Egemonia, come definita da Sharon Crowley inVerso un discorso civile: retorica e fondamentalismo, 'qualsiasi insieme di significanti e pratiche, che raggiunge una presa potente, quasi esclusiva sulle azioni e sulle credenze di una comunità' (63). La nozione di egemonia collega questioni di cultura, potere e ideologia. 'L'egemonia opera a un livello di buon senso nelle assunzioni che facciamo sulla vita sociale e sul terreno delle cose che accettiamo come 'naturali' o 'come sono le cose'. (Hoynes e Croteau 166). Quando il pubblico e gli spettatori non sentono il bisogno di valutare criticamente il contenuto a cui sono esposti, l'egemonia è in definitiva in gioco, perché a questo punto i messaggi e le immagini sono stati accettati. Nowalk e Rhimes stanno ridefinendo ciò che è 'normale' e stanno invece superando le rappresentazioni significativamente limitate dell''altro' in televisione.

Come dice Zeisler, 'ci deve essere una spinta affinché le donne siano impenitenti e più determinate a creare spazi nella cultura pop che rappresentino tutte le dimensioni della vita delle donne'. Poiché la cultura pop gioca un ruolo chiave nelle persone che si situano e si comprendono nel mondo, è ancora più essenziale che Rhimes e Nowalk stiano lentamente cambiando il dialogo all'interno della società attraverso uno spettacolo così potente comeCome farla franca con l'omicidio.

Deve assolutamente esserci una spinta per la diversità sia dietro che davanti alla telecamera, ancora una volta, qualcosa che HTGAWM sta realizzando attraverso il team unico di produttori e un cast diversificato. Nel creare contenuti che descrivono rappresentazioni più accurate della società odierna, migliora la nostra capacità non solo di capirci e modellare le nostre identità, ma anche di comprendere coloro che provengono da diversi percorsi di vita - quelli con diversi background etnici, sessuali e sociali .

Lavoro citato

Blacktreemedia. 'SAG Awards Viola Davis dà un commovente discorso di vittoria.'Youtube. YouTube, 27 gennaio 2015. Web. 30 aprile 2016.

Brummett, Barry. “Retorica e cultura popolare”.Retorica nella cultura popolare. 4a ed. Thousand Oaks, CA: Sage Publications, 2015. N. pag. Stampa.

Croteau, David e William Hoynes. 'Media e ideologia'.Società dei media: industrie, immagini e pubblico. Thousand Oaks, CA: Pine Forge, 2003. N. pag. Stampa.

Crowley, Sharon. 'Credenza e impegno appassionato'.Verso un discorso civile: retorica e fondamentalismo. N.p.: U di Pittsburgh, 2006. N. pag. Stampa.

D'Elia, Bill e Betsy Beers. 'Come farla franca con l'omicidio'.Come farla franca con l'omicidio. prod. Peter Nowalk e Shonda Rhimes. Società televisiva americana. 25 settembre 2014. Televisione.

'Come farla franca con il programma televisivo Murder su ABC: Valutazioni (Annulla o rinnova?).'Finale della serie TV. N.p., 25 marzo 2016. Web. 25 aprile 2016.

PrimetimeEmmy. 'Viola Davis tiene un discorso potente sulla diversità e le opportunità Emmy 2015'.Youtube. YouTube, 20 settembre 2015. Web. 25 aprile 2016.

Zeisler, Andi.Femminismo e cultura pop. Berkeley, CA: Sigillo, 2008. Stampa.