Riepilogo finale della stagione 2 di Homeland: Carrie e Brody hanno avuto il loro lieto fine?

La seconda stagione di Patria è arrivato a un finale sorprendente che ha creato una trama che porterà lo spettacolo nella sua terza stagione, anche con il suo cattivo originale – Abu Nazir – ora morto. L'intera forza della CIA è ora completamente concentrata su Nick Brody dopo che è stato incastrato per un orribile atto terroristico commesso dai seguaci di Nazir.

Pace, interrotto.Mentre Jessica era a casa di Brody a svuotare dai cassetti i vestiti del suo futuro ex marito, Brody e Carrie erano nella capanna della sua famiglia godendosi la loro ritrovata libertà. I due hanno avuto una discussione onesta e aperta sul loro potenziale futuro e Carrie sperava che potessero farcela (nonostante il loro passato oscuro e il suo lavoro) ma aveva bisogno di tempo per rimuginarci sopra.

L'uomo dell'inazione.Mentre la coppia ha avuto molti attacchi contro di loro, l'aspirante assassino Quinn era l'ultimo dei loro problemi. Ha continuato a sorvegliare Brody agli ordini di Estes, ma è chiaro che non era ansioso di ucciderlo. Anche quando Carrie è andata a comprare la colazione la mattina dopo, Quinn non ha ancora sparato. Invece, ha visitato Estes a casa sua per dirgli che Brody non era più una minaccia per il paese. A Estes non importava davvero che le informazioni di Brody portassero alla morte di Nazir, né gli importava come la morte di Brody avrebbe influenzato Carrie. Ma Quinn insisteva affinché Estes non facesse una mossa contro Brody, per paura di ferire Carrie, e lasciò Estes con la promessa che lo avrebbe ucciso se fosse successo qualcosa all'ex deputato.

Una famiglia lacerata.Mentre Carrie è andata a meditare sul loro futuro, Brody ha deciso di ricucire con Mike e gli ha parlato dell'imminente divorzio. Ha anche dato a Mike la sua benedizione per tornare insieme a Jessica e prendersi cura della sua famiglia. Più tardi, Brody è tornato a casa sua per prendere un abito per il memoriale di Walden ed è stato affrontato da Dana, che ha finalmente messo insieme i pezzi del giorno in cui Brody ha indossato il giubbotto dell'attentatore suicida. Brody ha insistito sul fatto che non avrebbe fatto qualcosa del genere ora, ma ha ammesso di essere stato incasinato.

Ingabbiato, poi liberato.Saul ha trascorso metà dell'episodio (3 giorni nella timeline dello show) chiuso nella stanza degli interrogatori, raccontando a tutti che poteva del piano di Estes per assassinare Brody. La pietà finalmente arrivò dallo stesso Estes, che gli disse che il suo piano non andava più avanti e che Saul poteva ora liberarsi. Saul andò a supervisionare la sepoltura di Nazir in mare e disse a Carrie che intendeva sponsorizzarla per una promozione a capo stazione. Quando Carrie ha chiesto se Estes sarebbe d'accordo con questo, Saul le ha detto con cautela che Estes gli deve. Ma Carrie si è nascosta nella sua risposta e ha detto che doveva pensarci e soppesare il nuovo lavoro contro il suo desiderio di una vita più equilibrata. Ma Saul si rese conto che una potenziale relazione con Brody stava trattenendo Carrie dall'accettare questo lavoro e le disse che sarebbe stato sempre l'uomo che avrebbe indossato un giubbotto suicida. I due litigarono quando Saul le disse che scegliere Brody l'ex terrorista sulla sua carriera era una cattiva idea.

In ricordo.Brody ha confortato Cynthia al memoriale di Walden, che includeva molte persone di alto profilo. Tutti “intrappolati” in un unico posto. Su una nave cisterna al suo posto, Saul ha presieduto alla sepoltura di Nazir. Al memoriale, Carrie e Brody sono usciti entrambi per trascorrere del tempo privato insieme e lei gli ha detto che aveva preso la sua decisione: vuole stare con lui. Ma il momento felice fu interrotto quando Brody guardò fuori dalla finestra e vide uno spettacolo curioso: la sua macchina era stata spostata più vicino all'edificio. Carrie imprecò in riconoscimento di ciò che stava per accadere e – mentre Estes pronunciava il suo elogio – il memoriale fu scosso da un'esplosione.

Di chi puoi fidarti?Carrie si svegliò pochi istanti dopo l'esplosione della bomba e puntò immediatamente una pistola su Brody, convinta che avesse orchestrato l'intera situazione. Brody ha insistito sul fatto che Nazir aveva interpretato tutti fin dall'inizio e aveva messo in moto tutto: inclusa la sua stessa morte. “C'era sempre Walden con lui. È sempre stata la CIA. Nazir sarebbe morto mille volte per far accadere questo giorno!” Brody ha insistito. Questo è arrivato a Carrie, che si è resa conto che erano stati tutti cullati in un falso senso di sicurezza dopo la morte di Nazir. Mentre Brody continuava a insistere con una Carrie piangente che non lo aveva fatto, lei gli disse che avevano bisogno di sfuggire alle autorità che potevano sentire avvicinarsi alla scena. Alla fattoria Brody, Jessica, Mike e Dana hanno guardato le notizie mentre cercavano disperatamente di raggiungere Brody. Le autorità si sono presentate alla porta, insistendo sul fatto che avevano bisogno di perquisire la casa.

In corsa.Mentre i federali cercavano di dimostrare che Brody era l'attentatore, Carrie e Brody si sono diretti al suo magazzino per prendere la sua 'polizza assicurativa' composta da contanti e passaporti falsi. Nel frattempo, Saul è arrivato sulla scena dell'attentato per apprendere che circa 200 persone erano morte nell'esplosione. Cynthia, Finn ed Estes sono stati confermati morti, mentre Saul ha cercato di capire cosa fosse successo a Carrie. La sicurezza sulla scena credeva che fosse morta, ignara che lei e Brody avevano lasciato il memoriale. Ma hanno anche dato la notizia a Saul (ora l'ufficiale di grado sul posto) che l'auto di Brody aveva contenuto l'esplosivo e che era ritenuto responsabile. Mentre Saul ha lasciato un messaggio straziante sulla segreteria telefonica di Carrie, lei e Brody si sono messi in viaggio. Si sono fermati per acquistare un passaporto falso per Brody da uno dei suoi contatti, mentre la famiglia Brody veniva interrogata dai federali. Dana ha detto loro che Brody non era responsabile dell'attentato, ma è stata costretta a mentire a rischio di esporre l'incidente del giubbotto suicida di Brody.

Modi di separazione.Ricordi quel video che Brody ha fatto prima di tentare di uccidere Walden nella prima stagione? Non solo ha svelato il suo segreto alla CIA all'inizio di questa stagione. È tornato a perseguitarlo ora. I seguaci di Nazir non solo hanno rivendicato la responsabilità dell'attacco in televisione, ma hanno anche rilasciato una copia del video ai media. La famiglia Brody guardò con orrore il telegiornale, credendo il peggio di Nick. Tornata sulla scena, Mira ha contattato Saul dopo essersi preoccupata per lui per ore. Mentre lui le diceva in lacrime che Carrie se n'era andata, lei gli disse che sarebbe tornata a casa. Vicino al confine, Brody si rese conto che Carrie non sarebbe venuta con lui. Ha insistito che avrebbe cancellato il suo nome, ma lui le ha detto che aveva già fatto abbastanza per lui. I due si separarono tristemente mentre Brody si allontanava nel bosco oscuro.

Riunione triste.Nei momenti finali dell'episodio, Saul ha detto ad alcuni dei suoi dipendenti che avrebbero dovuto confermare che l'esplosivo nell'auto di Brody proveniva dalla sartoria di Gettysburg. E mentre pregava sui corpi dei morti, Carried pronunciò il suo nome. Si voltò e le sorrise.

I legami terroristici di Brody sono stati ora esposti al mondo e costringerlo alla fuga ha aperto una serie di possibili trame per la terza stagione diPatria. Riuscirà Carrie a riabilitare il suo nome? La coppia si riunirà mai? Saul prenderà il posto di Estes alla CIA?

Non si sa ancora quando la terza stagione diPatriasarà presentato in anteprima, quindi rimanete sintonizzati per ulteriori informazioni.