Grandi canzoni nei film: l'uso dei folletti da parte di Fight Club 'Dov'è la mia mente'

Dove ho la testa? è una canzone perfetta per Fight Club, e c'è una buona ragione per cui. Nonostante il fatto che il libro e il film abbiano alcune serie differenze tra il film, mostra in un modo molto migliore come il narratore inizia a perdere la testa durante l'intero film, e lascia una spiegazione molto migliore di quello che sta succedendo con lui e perché Tyler sembra una tale forza di controllo nella sua vita. Hai la sensazione che sia il tipo di ragazzo che segue praticamente qualsiasi cosa, a meno che non sia il ragazzo che fa da protagonista.

Non aveva molto senso, vero? Bene, se ci pensi e il titolo della canzone potresti avere il succo di ciò di cui parlava veramente il film. Ci sono ovviamente molte teorie e discussioni che negherebbero la validità di molte altre, ma la verità di Fight Club è che parla di un uomo che aveva bisogno di cambiare la sua vita e semplicemente non poteva farlo da solo. Tyler gli ha anche detto nella stanza del motel, fondamentalmente esponendo l'intera trama del film mentre alla fine è passato dall'essere un consumatore senza cervello a un leader risvegliato che ha cercato di riunire persone con idee simili per un tipo di risveglio che credeva il mondo necessario.

Il problema con un risveglio è che molti di quelli che sono ancora bloccati nel sogno lotteranno volentieri per preservare il mondo che conoscono e chiameranno anarchici quelli che vorrebbero toglierglielo. IN questo caso, tuttavia, il Narratore è un uomo che semplicemente lascia andare quella versione più primitiva di se stesso e la lascia scatenare. Non vede questo individuo come ciò che è veramente, ma invece ciò che quella parte di lui vuole vedere. È il lato libero, svincolato dal bisogno di avere cose materiali, di vivere la vita a distanza. Tyler Durden è lì e in faccia e senza scuse per quello che fa.

Questo pericoloso senso di ciò che significa essere veramente liberi è qualcosa che è stato temperato più e più volte nel corso della storia e mentre è un aspetto attraente e avvincente della vita, è anche uno che porta con sé un grande prezzo che non ha nulla a che fare con le leggi dell'umanità o le conseguenze che potrebbero derivare dal semplice essere se stessi. Il prezzo per vivere liberi è scoprire che al mondo semplicemente non importa. Se una persona desidera vivere e morire liberamente, allora deve sapere che il mondo non si preoccuperà di loro in un modo o nell'altro. Tyler è rassegnato a questo, ne trae vantaggio e cerca di insegnarlo agli altri in un modo che non sia meno dogmatico del mondo a cui sta cercando di ribellarsi. Quindi, in realtà, Where Is My Mind è una canzone perfetta poiché se non ti stai ribellando a un aspetto della vita, ti stai ribellando contro un altro. A volte è difficile sapere da che parte atterri giorno per giorno.