Frasier Stagione 1 Episodio 10 Recensione: “Oops”

Frasier le storie 'più stravaganti' sono nate più comunemente da due luoghi: Niles e Frasier che tengono un evento per qualcosa o episodi che si sono concentrati pesantemente sull'ufficio della KACL. Non si può negare il fascino del primo; alcuni degli episodi più divertenti dello show (e nelle stagioni successive, i peggiori in assoluto) sono incentrati su Frasier e Niles che entrano in conflitto esagerato, di solito derivanti da qualche evento di alto livello che stavano cercando di tenere o partecipare. Sfortunatamente, le storie di KACL non sembrano mai avere lo stesso fascino; nonostante l'occasionale momento toccante, l'unica vera trama 'di lavoro' che si avvicina al 'memorabile' è la storia d'amore di Frasier con un dirigente della stazione nella terza stagione (che presenta uno dei momenti più oltraggiosi dello show, quando Frasier dorme con detto dirigente mentre è in diretta) .

Non sto contando Roz in niente di tutto questo, ovviamente – essendo un membro principale del cast, era per lo più esente dalle caratterizzazioni selvaggiamente stravaganti che definiscono i colleghi di Frasier, in grado di esistere come un personaggio con tante dimensioni ben definite come Niles o Daphne mentre la serie continuava. 'Oops' non è ancora del tutto arrivato, ovviamente - a questo punto, Roz è solo una donna con una vibrante vita di appuntamenti / sesso, e 'Oops' non fa nulla per avanzare questo - ma anche a questo, lei prende vita più rispetto all'insipido schieramento di colleghi che questo episodio cerca di mettere in campo, poiché inizia a costruire la vita professionale di Frasier (in diretto contrasto con la sua vita personale, sostituendo la sfumatura con la caricatura).

Ora, i collaboratori di Frasier sono una raccolta in continua evoluzione di caricature e clown che non hanno nemmeno iniziato a formarsi quando inizia 'Oops'. Padre Mike e Chopper Dave difficilmente si sarebbero visti di nuovo (anche quando lo spettacolo di Padre Mike è stato cancellato nella terza stagione), e non ci sono Gil Chesterton, Kenny Daly o Noel Shempsky in giro: questo significa sostanzialmente che 'Oops' mette l'intero episodio in grembo di Frasier e Bob 'Bulldog' Briscoe, il conduttore sportivo ipermaschile dello show, intorno a una trama stupida che coinvolge Bulldog che viene licenziato a causa della lingua sciolta di Frasier.

Sorprendentemente, 'Oops' tiene quasi tutto insieme, nonostante martellasse le stesse battute più e più volte; si trattava a tutti gli effetti di un copione da “riempire l'ordine”, un episodio privo di qualsiasi tipo di lezione morale – anzi, accade esattamente il contrario quando Frasier ride del proprietario della stazione dopo essere stato licenziato (che aveva, ironia della sorte, ha appena licenziato lo stesso Frasier). La maggior parte dei suoi momenti divertenti derivano dalla decostruzione di Bulldog, anche se suppongo che guadagni interesse capire il background del suo personaggio, interpretato da un attore (Dan Butler) che era appena uscito pubblicamente nel suo one man showL'unica cosa peggiore che avresti potuto dirmi. Guardare Butler esagerare il comportamento ingenuo di Bulldog è del tutto slapstick, ma comunque divertente, anche quandoFrasiersi tira indietro dall'offrire effettivamente qualsiasi tipo di critica alle azioni di Bulldog, o dall'esame dell'uomo sotto la facciata (simile all'approccio di uno spettacolo comeScrubprenderebbe con The Todd nelle stagioni successive).

La semplicità è il nome del gioco in 'Oops'; il cattivo dell'episodio se ne va non appena viene presentato, il che rende gran parte di 'Oops' un sacco di drammatici rumorosi e inutili, un modello per episodi successivi e più pigri (e intere porzioni di stagioni) diFrasierche sembrano menti creative stanche che cercano di far passare una scadenza imminente. Il risultato non è né terribile né eccezionale, a volte divertente con una bella battuta, ma non riesce a fornire alcun tipo di coerenza comica o narrativa. 'Oops' si adatta a questo a T, esistendo come l'episodio più energico - e tuttavia, il più insulso - diFrasierancora.

Altri pensieri/osservazioni:

– Niles, di fretta: “Sto conducendo un seminario sui disturbi di personalità multipla, e mi ci vuole un'eternità per compilare le targhette”.

– Purtroppo, non abbiamo mai incontrato Ray the Green Grocer o Bonny “The Auto Lady” Weems.

– “Nessun movimento improvviso, dottore. Sono troppo carico!'

– La Forza è forte con Daphne in questo episodio, il che la porta a fare questo esilarante piccolo passo di danza.

– Dopo che Bulldog è stato licenziato, Marty si lamenta del fatto che Padre Mike abbia preso parte al suo programma, perché tutto ciò di cui Padre Mike parlerà è Notre Dame.

– La strana arte erotica di Frasier fa la sua apparizione, mentre cerca di proteggere un 'simbolo di fertilità ghanese' dagli scoppi di rabbia di Bulldog.

[Foto via NBC]